Burro di Karité puro: Elisir di Bellezza, ma non solo

Ciao a tutti!

Condivido con voi un articolo che ho scritto per il web magazine WePress, e che credo possa rivelarsi utile per chi non conosce tutti gli usi del burro di karité (trovate il mio articolo qui, se volete leggerlo online).

immagine iniziale

Chi l’ha detto che il burro di karité si utilizza solo come componente di creme e maschere idratanti per viso, corpo e capelli? Questo burro si può usare tranquillamente da solo, come ingrediente essenziale di alcuni trattamenti di bellezza, ma i suoi impiegji sono in realtà molteplici e non si limitano solo al campo cosmetico. Si tratta di una sostanza commestibile estratta dai semi (noccioli) del karité o Vitellaria Paradoxa, un albero che cresce nelle savane, dall’Africa occidentale all’area del fiume Nilo. Negli INCI dei prodotti di cosmesi, lo si trova sotto il nome di butyrospermum parkii.

1

La raccolta

Una volta che il nocciolo viene liberato dalla polpa, esso può essere lavorato seguendo diversi processi per rimuovere il guscio legnoso dai gherigli oleosi. Nel processo tradizionale il nocciolo viene essiccato al sole a volte dopo una preventiva bollitura o tostatura o fumigazione. Viene poi frammentato, pestato e macinato fino a produrre una pasta spessa, alla quale viene aggiunta dell’acqua ed il tutto viene portato ad ebollizione e successivamente filtrato per eliminare le impurità. Il burro non raffinato che si ottiene in questo modo va dal colore bianco-avorio ad un giallo abbastanza intenso in funzione dei carotenoidi contenuti. L’odore può ricordare la cioccolata o a seconda dei processi di tostatura può risultare affumicato. Come già acennato, il burro di karité può essere utilizzato non solo per la bellezza ma anche a scopo curativo. In tal caso, viene usato puro al 100%, perché così esso mantiene intatte tutte le sue caratteristiche naturali benefiche per il corpo.

 

Gli utilizzi

Oltre agli usi già conosciuti, ossia quando costituisce uno dei vari ingredienti nei trattamenti cosmetici, il burro di karité può essere impiegato anche e soprattutto da solo, al suo stato puro. In questi casi, si applica spesso in alcune parti del corpo precise, a seconda dell’uso che se ne vuole fare.

  • Può essere utilizzato sulle zone molto secche o che necessitano di nutrimento e rigenerazione immediati: ad esempio i talloni, i gomiti, le labbra, i taglietti dati da disidratazione, il naso screpolato (in caso di raffreddore, ad esempio).

5

 

  • E’ utilissimo in caso di scottature, lesioni o abrasioni non troppo gravi della pelle, perché ha un potere rigenerante e calmante, anche solo in caso di eccessiva esposizione al sole.

6

 

  • Si può utilizzare come maschera idratante concentrata per viso e capelli, in caso di estrema disidratazione, tenendolo in posa dai 15 ai 45 minuti.

 

  • Serve a creare scrub idratanti e rigeneranti viso e corpo, se unito a zucchero di canna o bianco.

9

 

  • E’ un ottimo trattamento per le cuticole secche e le unghie sfaldate e deboli: in tal caso, basta farlo sciogliere ed unirlo a del limone, immergendovi le dita per 5 minuti.

10

 

*Serve ad aumentare la durata del profumo, poiché se applicato sulla pelle dopo il bagno, il burro di karité trattiene il profumo che vi vaporizzerete, facendone durare l’aroma più a lungo.

11

 

  • Aiuta nella cura delle imperfezioni, se applicato esattamente su di esse in modo regolare, in quanto ha un alto potere rigenerante ed idratante.

12

 

  • Un uso forse sconosciuto è quello curativo, per diverse zone del corpo. In caso di crampi, cattiva digestione, o generico mal di pancia, il burro di karité può essere d’aiuto, sciogliendo un cucchiaio e applicandolo sull’addome con lenti massaggi circolari. In caso di dolori o affaticamento della schiena, basterà massaggiarlo sulla zona da trattare fino a completo assorbimento. Infine, in caso di gambe affaticate o con cattiva circolazione, può essere massaggiato partendo dalle caviglie fino alle anche, con movimenti ampi e circolari, per sentirle più leggere.

 

  • Ovviamente, anche i più piccoli possono usufruire di questo elisir di bellezza allo stato puro, in quanto totalmente naturale e privo di sostanze dannose soprattutto per la loro pelle sensibile.

16

 

Essendoci ormai sempre più persone la cui pelle è particolarmente sensibile e delicata, è diventato molto semplice reperire in burro di karité in qualsiasi negozio erboristico, oppure sui siti online specializzati nella vendita prodotti ecobio e vegani, a prezzi davvero abbordabili e convenienti.

Inoltre, è indiscutibilmente una delle soluzioni naturali più conosciute e più efficaci per migliorare la salute del corpo e, di conseguenza, della mente.

E voi lo usate? Conoscevate questi utilizzi “alternativi”? Ditemila vostra! :*

 

Annunci

6 pensieri su “Burro di Karité puro: Elisir di Bellezza, ma non solo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...